Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

ANIMALI E CRISI ECONOMICA, IL "REPORT" DELL'OIPA DALLA GRECIA

Pubblicato su da Grunf

SI MOLTIPLICANO GLI ABBANDONI DI CANI E GATTI

La Grecia sta affrontando una grave depressione finanziaria e sono moltissimi gli animali abbandonati in strada dai loro proprietari, diventando così le prime vittime della recessione.Il taglio dei costi familiari, infatti, colpisce innanzitutto gli animali da compagnia. Abituati da sempre a essere nutriti dai proprietari, i cani e i gatti lasciati sulle strade hanno ben poche speranze di sopravvivere. I cuccioli vengono chiusi in sacchetti di plastica e gettati nell'immondizia o lasciati al loro destino nelle campagne.

Purtroppo, la crisi economica ha colpito anche i gruppi animalisti che hanno visto una riduzione delle donazioni dai privati e dallo Stato. Al contrario, il numero di randagi e di emergenze cresce vertiginosamente. Nonostante questo scenario, le associazioni animaliste fanno tutto ciò che è in loro potere per continuare a portare avanti i loro programmi di distribuzione di cibo, di vaccinazione e sterilizzazione per i randagi.

Dal 2003 la legge greca stabilisce che siano i Consigli cittadini a occuparsi di portare avanti programmi di cattura-sterilizzazione-rilascio esclusivamente per i cani randagi, mentre i programmi per i gatti randagi spettano alle ONG, come la lega membro OIPA Nine Lives Greece. Questo gruppo di volontari, che opera soprattutto ad Atene, ha avviato nel 2006 attività in favore dei gatti randagi, portando avanti programmi di sterilizzazione e di distribuzione del cibo nella capitale ma anche nelle isole, inviando veterinari volontari soprattutto nelle realtà più difficili.

L'associazione sterilizza all'incirca 600 gatti ogni anno e ne nutre più di 250 al giorno solo nell'area centrale di Atene, distribuendo inoltre cibo per animali a diversi pensionati che si occupano di randagi.

Nine Lives è inoltre costantemente impegnata nella ricerca di adozioni, specialmente per i gatti troppo vulnerabili per la vita di strada. Grazie all'associazione, nel 2012 ben 80 gatti hanno trovato casa.

Sulle isole la situazione dei randagi non è affatto migliore. Ogni anno milioni di turisti da ogni parte del mondo visitano la Grecia e le sue isole, restando sconvolti alla vista delle pessime condizioni in cui versano i randagi.

La lega membro OIPA Paws & Claws Animal Rescue Rhodes, che soccorre, sterilizza e cerca adozione per i randagi, ci ha riferito che il governo permette ai veterinari provenienti da altri paesi europei di sterilizzare gratuitamente solo i randagi e non gli animali i cui padroni non possono permettersi il costo dell'operazione che va da 80 a 300 euro.

Di conseguenza i proprietari lasciano i loro animali non sterilizzati nelle strade, liberi di riprodursi, incrementando così le cucciolate e di conseguenza il numero di randagi.I cuccioli vengono poi gettati nell'immondizia o lasciati fuori dai rifugi.

Come noto, la Grecia sta affrontando una grave depressione finanziaria e un numero incredibile di animali vengono abbandonati in strada dai loro proprietari, diventando così le prime vittime della recessione. E' noto, infatti, che i primi a subire le conseguenze del taglio dei costi familiari siano proprio gli animali da compagnia. Ogni giorno, i volontari dei gruppi animalisti soccorrono animali trovati legati alle panchine o agli alberi, abbandonati dai proprietari. Abituati da sempre a essere nutriti dai proprietari, i cani e i gatti lasciati sulle strade hanno ben poche speranze di sopravvivere. I cuccioli vengono chiusi in sacchetti di plastica e gettati nell'immondizia o abbandonati al loro destino nelle campagne.

Purtroppo, la crisi economica ha colpito anche i gruppi animalisti che hanno visto una riduzione delle donazioni dai privati e dallo Stato. Al contrario, il numero di randagi e di emergenze cresce vertiginosamente. Nonostante questo scenario, le associazioni animaliste fanno tutto ciò che è in loro potere per continuare a portare avanti i loro programmi di distribuzione cibo, vaccinazione e sterilizzazione per i randagi.

Dal 2003 la legge greca stabilisce che siano i Consigli cittadini a occuparsi di portare avanti programmi di cattura-sterilizzazione-rilascio esclusivamente per i cani randagi, mentre i programmi per i gatti randagi spettano alle ONG, come la lega membro OIPA Nine Lives Greece. Questo gruppo di volontari, che opera soprattutto ad Atene, ha avviato nel 2006 attività in favore dei gatti randagi, portando avanti programmi di sterilizzazione e di distribuzione del cibo nella capitale ma anche nelle isole, inviando veterinari volontari soprattutto nelle realtà più difficili.

L'associazione Nine lives Greece sterilizza all'incirca 600 gatti ogni anno e ne nutre più di 250 al giorno solo nell'area centrale di Atene, distribuendo inoltre cibo per animali a diversi pensionati che si occupano di randagi. Nine Lives è inoltre costantemente impegnata nella ricerca di adozioni, specialmente per i gatti troppo vulnerabili per la vita di strada. Grazie all'associazione, nel 2012 ben 80 gatti hanno trovato casa.

Sulle isole la situazione dei randagi non è affatto migliore. Ogni anno milioni di turisti da ogni parte del mondo visitano la Grecia e le sue isole, restando sconvolti alla vista delle pessime condizioni in cui versano i randagi.

La lega membro OIPA Paws & Claws Animal Rescue Rhodes, che soccorre, sterilizza e cerca adozione per i randagi, ci ha riferito che il governo permette ai veterinari provenienti da altri paesi europei di sterilizzare gratuitamente solo i randagi e non gli animali i cui padroni non possono permettersi il costo dell'operazione che va da 80 a 300 euro.

Di conseguenza i proprietari lasciano i loro animali non sterilizzati nelle strade, liberi di riprodursi, incrementando così le cucciolate e di conseguenza il numero di randagi. I cuccioli vengono poi gettati nell'immondizia o lasciati fuori dai rifugi.

Secondo Paws & Claws Animal Rescue, un altro grave problema di Rodi riguarda le pessime condizioni igieniche e salutari in cui vivono i cani di cacciatori e pastori. Grazie al loro tempestivo intervento, alcuni di questi cani vengono tratti in salvo e curati.

Anche nella piccola isola Ikaria c'è una sovrappopolazione di randagi, in particolar modo di gatti. L'Ikaria Animal Welfare Volunteer Group, lega membro OIPA, organizza di frequente campagne di sterilizzazione proprio per ovviare alla pessima situazione della loro provincia. Nel 2012, il team di veterinari ha operato 50-60 randagi e curato altri animali con problemi di salute.

L'associazione si occupa anche del monitoraggio di cani utilizzati dai pastori per controllare il gregge, i cosiddetti "barrel dogs", che vivono in condizioni orribili. Fortunatamente, grazie a questi controlli, molti pastori hanno migliorato le condizioni di detenzione dei loro cani.

Per far fronte all'emergenza, l'OIPA supporterà economicamente le tre associazioni leghe membro affinchè possano proseguire e incentivare le loro attività. Ma anche tu puoi donare:

Nine Lives Greece http://www.ninelivesgreece.com/en/

Paws & Claws Animal Rescue Rhodes https://www.facebook.com/pages/Paws-Claws-Animal-Rescue-Rhodes/425169064191478?fref=ts

Commenta il post