Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog

Sesso con i trans in ufficio, arrestato pm

Pubblicato su da Grunf

Dietro l’ordinanza,eseguita dai carabinieri del Nucleo investigativo ed è stata emessa dal gip del tribunale di Perugia, ci sarebbe una storia legata al sesso. I rapporti a luci rosse sarebbero andati avanti da tempo, finché un anno e mezzo fa un trans - fermato nel corso di un'operazione antiprostituzione - avrebbe raccontato al pm Barbara Zuin cosa gli era capitato nell'ufficio dl quarto piano.

A quel punto la procura di Roma ha inviato un'informativa a Perugia e i magistrati umbri hanno piazzato telecamere e cimici nell'ufficio del magistrato. Sarebbero state proprio le telecamere e le cimici piazzate nell’ufficio del pm a filmare cosa accadeva al quarto piano della palazzina B della procura della Repubblica. Una storia di sesso e ricatti.

Secondo l'accusa, i transessuali accettando le avances del pm avrebbero evitato, almeno in parte, i guai con la giustizia.

Staffa è molto conosciuto a Roma soprattutto all'inchiesta sugli aborti clandestini Villa Gina, una delle cliniche della famiglia di Mario Spallone, il medico di Togliatti e per otto anni ha fatto parte del pool della Direzione distrettuale antimafia occupandosi di violenze sessuali, maltrattamenti in famiglia, riduzioni in schiavitù e droga.

Leggi i commenti

ZOO DI NAPOLI, SOS DEI DIPENDENTI: IL CIBO PER ANIMALI STA PER FINIRE

Pubblicato su da Grunf

L'ALLARME LANCIATO DURANTE UN'ASSEMBLEA

Tra due giorni non ci sarà più cibo per gli animali dello zoo di Napoli, da un anno e mezzo in amministrazione controllata. L'allarme lanciato dai dipendenti della struttura riuniti in assemblea.

Non c'è pace per gli ospiti dello zoo partenopeo: fieno, frutta e tutte le altre derrate alimentari sono quasi finite. Ecco che le tigri, gli uccelli e l'elefante, insieme a tutti gli altri animali, rischiano di rimanere senza cibo. Gli addetti della struttura hanno controllato questa mattina la quantità di cibo ancora disponibile e si sono resi conto che potranno andare avanti ancora per due giorni, poi non rimarrà più nulla.

Lo zoo e il parco dei divertimenti Edenlandia sono da un anno e mezzo amministrati da un curatore fallimentare, Salvatore Lauria, dopo il fallimento della società di gestione, la Park and Leisure, di proprietà di Cesare Falchero. Intanto, il 31 gennaio scadrà l'ultima proroga concessa dal Tribunale per curatela fallimentare e, se entro questa data non vi saranno accordi per il subentro di una nuova società, i 70 dipendenti saranno licenziati. Ma incerto sarà anche il futuro degli animali.

"Restano pochi giorni - spiegano gli addetti in assemblea - sia per noi che per gli animali. Vorremmo sapere le istituzioni cosa stanno facendo e perche' siamo dovuti arrivare a questo punto. Una sola societa' ha fatto una proposta per le due strutture, la Brainspark, ma pare che non ci sia stato un accordo con la proprietaria dei suoli, la Mostra d'Oltremare, per il canone di affitto". "Intanto - aggiungono - noi stiamo per essere buttati fuori e gli animali, se non si prenderanno provvedimenti, moriranno di fame".

Leggi i commenti

Nube di gas maloedorante si diffonde in Normandia e oltrepassa la Manica

Pubblicato su da Grunf

Parigi, 22 gen. - Una fuga dalla fabbrica chimica Lubrizol di Rouen, è all'origine della nube di gas maloedorante, che nella notte tra lunedì e martedì, ha contaminato i cieli del nord ovest della Francia e dell'Inghilterra. Il ministro degli Interni francese, Manuel Valls, ha fatto sapere che il gas utilizzato dalla fabbrica nella produzione di additivi per lubrificanti, corrisponde a 'metantiolo' (anche detto metilmercaptano), gas incolore dal lezzo simile a uova marce, come percepito anche dalla popolazione.

Sebbene per le autorità francesi "la nube non è tossica", alcuni abitanti della regione di Rouen hanno lamentato forti emicranie e bruciore oculare. Il ministro dell'Ambiente, Delphine Batho, ha in fretta lasciato Berlino per recarsi di persona nelle aree colpite. Cancellato inoltre, in via preventiva, il match Rouen-Olympique Marsiglia della Coppa di Francia.

Leggi i commenti

Nel 2013 disoccupazione crescera' ulteriormente

Pubblicato su da Grunf

Il peggioramento delle condizioni del mercato del lavoro globale registrato l'anno scorso, il quinto dall'esplosione della crisi, e' destinato ad aggravarsi ulteriormente. E' quanto prevede l'International Labour Organization (Ilo) nel suo rapporto sui trend globali dell'occupazione. Nel 2012, calcola l'Ilo, in tutto il mondo i disoccupati sono saliti di 4 milioni a quota 197 milioni, senza contare i 39 milioni di 'scoraggiati' usciti del tutto dal mercato del lavoro. "Nonostante un moderato aumento della produzione nel biennio 2013-2014, il tasso di disoccupazione appare destinato a salire ancora", afferma l'Ilo, "il numero dei disoccupati e' stimato in crescita di 5,1 milioni nel 2013, portando il totale a oltre 202 milioni, e da altri 3 milioni nel 2014".

E, "sebbene molti analisti prevedano una ripresa dell'economia globale", secondo l'Ilo "la crescita non sara' sufficiente ad abbassare in modo rapido la disoccupazione".

"Anche con un'accelerazione della crescita", si legge nel rapporto, "si prevede che il tasso di disoccupazione globale resti al 6% fino al 2017, non lontano dal picco del 2009". Allo stesso tempo, "il numero globale di disoccupati e' previsto crescere ancora fino a circa 210,6 milioni nei prossimi cinque anni".

I GIOVANI I PIU' COLPITI, SOPRATTUTTO IN EUROPA

I giovani sono la categoria piu' colpita dalla crisi del mercato del lavoro, e la situazione appare grave soprattutto in Europa. E' quanto si legge nell'ultimo rapporto annuale dell'International Labour Organization (Ilo) sui trend globali dell'occupazione.

"I giovani restano particolarmente colpiti dalla crisi, con 73,8 milioni di loro attualmente senza lavoro in tutto il mondo, ed e' probabile che il rallentamento nell'attivita' economica spinga un altro mezzo milione di giovani tra i disoccupati entro il 2014", si legge nel rapporto, "il tasso di disoccupazione giovanile, gia' cresciuto al 12,6% nel 2012, e' previsto salga al 12,9% entro il 2017". "La crisi ha ridotto in modo drammatico le prospettive lavorative dei giovani, con molti di loro che restano disoccupati per lungo tempo sin dal loro ingresso nel mercato del lavoro, una situazione che non era mai stata osservata nei precedenti rovesci economici ciclici", prosegue il rapporto, "Attualmente il 35% dei giovani disoccupati sono rimasti senza lavoro per sei mesi o piu' nelle economie avanzate; nel 2007 erano il 28,5%". Di conseguenza, "un numero crescente di giovani sono diventati scoraggiati e hanno lasciato il mercato del lavoro". "Nei paesi europei, dove questo problema e' particolarmente grave", sottolinea l'Ilo, "il 12,7% dei giovani risulta non occupata, ne' impegnata in attivita di studio o formazione, un tasso salito di quasi due punti dall'inizio della crisi".

Queste lunghe fasi di disoccupazione e scoraggiamento, "all'inizio della carriera di una persona", avverte l'Ilo, "danneggiano anche le prospettive di lunghe termine, dato che le abilita' professionali e sociali si erodono e non viene costruita un'esperienza di lavoro di valore".

MERCATO COLPITO ANCHE DA INDECISIONI POLITICHE

L'impatto negativo degli squilibri macroeconomici sull'occupazione e' stato aggravato dalle misure di austerita' adottate da molti paesi per risanare i conti, nonche' dalla maniera indecisa e incoerente con la quale le istituzioni politiche hanno affrontato la crisi. E' quanto si legge nell'ultimo rapporto annuale dell'International Labour Organization (Ilo) sui trend globali dell'occupazione. "Gli squilibri macroeconomici si sono ripercossi in modo significativo sul mercato del lavoro", il quale, gia' "indebolito dallo stentare della domanda aggregata", e' stato "colpito ulteriormente dai programmi di austerita' fiscale in alcuni paesi, che spesso hanno contemplato tagli diretti all'occupazione e ai salari, colpendo in modo diretto i mercati del lavoro". Il riacutizzarsi della crisi nel 2012, prosegue il rapporto, deriva dal fatto che la "risposta anti-ciclica alla prima fase della crisi nel 2009 nel 2010" e' stata sostituita "in molti casi" da misure procicliche nel 2011 e nel 2012. Inoltre, afferma l'Ilo, "l'incoerenza tra le politiche fiscali e monetarie adottate in diversi paesi e un approccio frammentario ai problemi del settore finanziario e del debito sovrano, soprattutto nell'area euro, ha portato a una situazione di incertezza che pesa sulle prospettive dell'economia globale", come dimostrato dagli investimenti che, "in molti paesi non sono ancora tornati ai livelli pre-crisi".

"L'indecisione dei politici di diversi paesi ha creato un'incertezza sulle condizioni future e rafforzato la tendenza delle aziende ad aumentare le riserve di capitale o pagare dividendi piuttosto che espandere la capacita' produttiva e assumere nuovo personale", conclude l'Ilo.

Leggi i commenti

Marco....Polo!

Pubblicato su da Ugo Pennati

Leggi i commenti

dai mitici anni 70 & 80 ai giorni nostri.

Pubblicato su da Ugo Pennati

Leggi i commenti

Happy Birthday Robert E. Lee!!!

Pubblicato su da Ugo Pennati

Leggi i commenti

Bolivia, deputato abusa di una donna nell'Aula dell'Assemblea regionale di Chuquisaca (Video)

Pubblicato su da Grunf

E' scandalo in Bolivia dopo la diffusione delle immagini delle telecamere di sicurezza dell'Assemblea regionale di Chuquisaca, nelle quali si vede un deputato abusare di una donna delle pulizie, probabilmente ubriaca. I fatti si sono svolti il 20 dicembre (ma il filmato è stato reso pubblico solo ora), dopo una festa all'interno della struttura, alla quale prendevano parte sia politici che dipendenti dell'Assemblea.

Secondo quanto emerge dal video, la donna sarebbe stata ubriaca e appena cosciente quando Alcibiade Domenica, membro del Movimento al Socialismo (MAS), partito del Presidente Evo Morales, abusa di lei. La magistratura boliviana ha aperto un'inchiesta per determinare cosa sia accaduto quella notte, mentre il presidente Morales ha chiesto le dimissioni per "tutti coloro che risulteranno coinvolti".

Leggi i commenti

Bulgaria: attentato al politico turco, ma la pistola si inceppa

Pubblicato su da Grunf

SOFIA - Fallito attentato a Sofia contro Ahmed Dogan, leader del Movimento per diritti e libertà (Dps, destra liberale), il partito della minoranza turca in Bulgaria. Nel corso della conferenza annuale del partito, al momento in cui Dogan stava pronunciando il suo discorso davanti ai delegati, un uomo con precedenti criminali - il 25enne Oktay Enimehmedov di etnia turca - è salito sul podio ed ha puntato un'arma contro l'oratore, cercando anche di premere il grilletto.

Alcuni dei delegati e le guardie del corpo sono intervenuti tempestivamente ed hanno immobilizzato l'aggressore, mentre Dogan è rimasto illeso. Più tardi la polizia ha comunicato che l'attentatore aveva addosso anche due coltelli. Poco dopo l'incidente, il vicepresidente di Dps, Lyutvi Mestan, ha letto davanti ai giornalisti una dichiarazione nella quale, tra l'altro, ha definito l'accaduto «una mostruosa manifestazione della politica dell'odio». Il deputato socialista Anton Kutev ha invece avanzato alla Radio nazionale bulgara l'ipotesi che l'attentato a Dogan sia «stato una messa in scena i cui moventi andrebbero cercati nelle lotte intestine» in seno al Dps».

Leggi i commenti

Cavagnolo. Cacciatori rinvengono ossa umane nel bosco

Pubblicato su da Grunf

Resti di ossa umane sono state rinvenuti tra i rovi di una zona boschiva a Cavagnolo, in provincia di Torino. A fare la macabra scoperta alcuni cacciatori impegnati in una battuta di caccia che hanno immediatamente allarmato i Caranibinieri intervenuti sul posto per i rilievi insieme al medico legale dell'ASL Torino4.

Le ossa umane comprendenti cranio, alcune vertebre nonché due scapole e due omeri, non presenterebbero segni di fratture e apparterebbero a un uomo di altezza di circa 1.75 metri la cui morte risalirebbe ad almeno dieci anni fa. I resti sono stati portati presso l'ospedale di Chivasso dove sarà eseguita l'autopsia.

Leggi i commenti

<< < 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 30 > >>