Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Enpa: Molti dei cani regalati vengono poi abbandonati alla prima difficoltà

Pubblicato su da Grunf

NOVARA, 10 FEB – Sono stati adottati la maggio rparte dei cani entrati nel rifugio Enpa l’anno scorso ma altri sono arrivati nella struttura a dicembre e nei primi giorni di gennaio e sono in attesa di una casa. Il trend delle adozioni nel canile – rifugio della sezione novarese dell’Ente nazionale protezione animali, in via Del Gazzurlo, si è mantenuto costante per tutto il 2012 o quasi; il numero degli animali d’affezione che hanno trovato una nucleo familiare disposto a prenderli con sè è stato più alto nei mesi estivi, in particolare luglio ed agosto. Marco Negrini, presidente di Enpa Novara, spiega: «Abbiamo notato già da qualche anno la tendenza ad adottare maggiormente nei periodi di ferie, forse perchè la gente facendo ferie più corte ha più tempo da dedicare all’inserimento del nuovo cane in famiglia. L’ultimo mese dell’anno vecchio, riporta Negrini, con 6 adottati, è stato un mese nella media, per quanto riguarda la quantità di adozioni. In totale, dei 90 cani entrati in rifugio, ne sono stati adottati 67. L’Enpa, a livello nazionale, soprattutto in riferimento al periodo natalizio, segnato dall’acquisto di animali da offrire ad amici e parenti come forma di dono, ha avviato la campagna “ Facili doni…facili abbandoni ”, illustrata così: “Tutti gli anni, dopo le feste, nei canili, gattili e rifugi arriva un gran numero di animali. Molti di loro sono regali indesiderati”. Negrini aggiunge: «La maggior parte dei cani regalati per Natale vengono poi abbandonati alla prima difficoltà». Ma il fenomeno degli animali come dono non è limitato solo al Natale, sebbene sotto quest’ultimo s’intensifichi. Ed, in merito, così Negrini: «Come nostra filosofia non affidiamo cani da regalare a terze persone, in quanto per adottare un animale deve scattare il feeling con l’adottante». I cani, in attesa che scatti questa sintonia, sono tanti. Qualche tempo fa aveva suscitato interesse la storia di un cagnolino, probabilmente di provenienza romena, lasciato su un treno. Anche grazie al tam tam mediatico, quel cane ha trovato una famiglia e, sottolinea Negrini, è stato adottato già durante i giorni di permanenza all’interno del canile sanitario, dunque ancora prima di approdare al rifugio Enpa. I volontari Enpa sono ancora in cerca di una sistemazione accogliente, in particolare, per due cani. Il primo, si chiama Sciony ed è un pastore tedesco di 10 anni, con 3 zampe; questo l’appello inerente dell’Ente protezione animali: «Dobbiamo trovare una nuova casa per evitare che entri in canile – riferisce Negrini – La sua famiglia attuale non può più occuparsi di lui in quanto ha perso casa e lavoro. La famiglia ha trovato una sistemazione provvisoria ma in essa non è possibile tenere animali». Tra le caratteristiche di Sciony: «Non va al guinzaglio» ed alcune indicazioni per il suo candidato adottante: «Per lui si cerca una casa con giardino – fa sapere Negrini – E’ da valutare la convivenza con altri cani, nel caso solo femmine». Il secondo cane è un meticcio, di 9 anni, femmina, di nome Sasha, rimasto senza famiglia, a seguito del ricovero della sua padrona anziana. Della cagnolina Negrini dice: «Poco impegnativa, piccola taglia, socievole ed affettuosa, abituata a vivere in appartamento, anche lasciata da sola per molte ore». Gli interessati possono rivolgersi al rifugio Enpa, aperto al pubblico da lunedì a sabato dalle 14.30 alle 17, e domenica dalle 10 alle 12, oppure contattando il numero 0321-458149 o inviando una mail a novara@enpa.org

Commenta il post