Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Ischia: protesta tir blocca il porto. Nei negozi mancano latte e frutta

Pubblicato su da Grunf

E' blocco del traffico commerciale tra Ischia e la terraferma: dalla notte di lunedì è partita la protesta di tir e operatori del settore ortofrutticolo e ittico, contro il taglio, deciso dalla compagnia privata Medmar, delle corse notturne da e per l'isola. Banchine e strade limitrofe sono occupate da autocarri e veicoli. Via libera a medicinali, carburanti e camion di rifiuti, ma stop totale per le derrate alimentari.

E al terzo giorno di protesta sui porti di Ischia e Casamicciola, si avvertono gravi gravi ripercussioni per le vendite al dettaglio nei supermercati che presentano ormai gli scaffali vuoti. Oggi giornata cruciale per il summit presso l'assessorato ai trasporti della Regione Campania.

Sull'isola "mancano i prodotti freschi, come latte, latticini, ortofrutta, ma anche la carne mentre per i prodotti in scatola non ci sono problemi, abbiamo scorte a sufficienza". Questo il monitoraggio della situazione nel supermercato Dok. "Tutti i prodotti freschi come latticini, latte, frutta sono finiti, abbiamo ancora qualche prodotto ma da domani sarà tutto finito, anche la carne", aggiunge Francesco Di Costanzo che gestisce con la sua famiglia uno dei supermercati isolani della catena Carrefour. "La gente che si avvicina ai banconi vuoti resta perplessa - prosegue Di Costanzo - ma per lo più c'é una forte solidarietà con gli autotrasportatori che stanno protestando. Per la gente hanno ragione"

"Manterremo la nostra posizione in difesa dei cittadini". Il sindaco di Forio d'Ischia, Franco Regine, ribadisce che "il braccio di ferro" con le compagnie degli armatori va avanti". Regine fa sapere che "la situazione è catastrofica". Non solo per i rifornimenti alimentari, ma anche, spiega "per i trasporti che da stamattina sono a singhiozzo e gli aliscafi sono bloccati. Questo nonostante non ci siano problemi di condizioni meteomarine". "Vogliono tenerci incollati sull'isola fino a Pasqua - sottolinea - quando ci sono i turisti e agli armatori conviene che ci siano le corse". "Chiederemo - conclude - che la Regione mantenga il suo ruolo di arbitro tra gli armatori e i cittadini che hanno diritto alla mobilità".

Commenta il post