Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog

Flooded Rice Fields

Pubblicato su da Ugo Pennati

Leggi i commenti

:)))

Pubblicato su da Ugo Pennati

:)))

Leggi i commenti

ahahahhahahahha

Pubblicato su da Ugo Pennati

ahahahhahahahha

Leggi i commenti

Alessandro Amoruso

Pubblicato su da Ugo Pennati

Alessandro Amoruso

Leggi i commenti

Omicidio in ascensore. Con telecamera (Video)

Pubblicato su da Grunf

C'è chi scappa urlando, chi cerca di bloccare l'assassino, chi rimane quasi indifferente, chi addirittura si mette a riprendere la scena con il telefonino. Davanti a... un omicidio in corso. Simulato, per fortuna. Ecco due ragazzi che nascondono la telecamera in un ascensore e registrano le reazioni della gente davanti a questa scena raccapricciante. Per chiedere a chi guarda il video online: "E tu, cosa faresti nella stessa situazione?"

Leggi i commenti

Filmava il sedere della cassiere. Fermato al supermercato

Pubblicato su da Grunf

MARGHERA. Sorpreso con la telecamera a riprendere il fondoschiena della cassiera che, ignara, gli stava davanti. L’uomo è stato fermato nei giorni scorsi al centro commerciale Panorama di Marghera. L’episodio è successo verso le 19.

Alcuni addetti del supermercato e una guardia giurata si trovavano nell’area delle casse automatiche, per sistemare una cassa che sembrava aver avuto un piccolo guasto quando il vigilante della sicurezza privata, della società di controllo Pss, si è accorto di un uomo sui trentacinque anni che li stava fissando con insistenza da alcuni minuti. Insospettito da quell’atteggiamento, la guardia privata lo ha controllato con maggiore attenzione, e si è accorto che l’uomo nascondeva nella mano una piccola telecamera, accesa, con la quale stava facendo delle riprese.

Leggi i commenti

BOLLATE (MI), IL CIRCO VICTOR IN SCENA: IGNORATA LA CASSAZIONE

Pubblicato su da Grunf

LA DENUNCIA DELLA LAV: NON RISPETTANO LA SENTENZA

Il circo Victor con il suo "spettacolo delle meraviglie" è tornato: si trova a Bollate, in provincia di Milano. Ancora in scena - denuncia la Lav - nonostante la Terza sezione penale della Corte di Cassazione, con sentenza definitiva n°1614-2012-000 dello scorso 12 luglio, abbia rigettato l'istanza di dissequestro degli animali e dei mezzi di trasporto, del titolare del circo-mostra faunistica "Victor, lo Spettacolo delle Meraviglie", avvalorando la sentenza del Riesame di Rieti che confermava la decisione del Gip del tribunale di Rieti sulla convalida del sequestro per maltrattamento di animali.


Gli animali sono stati sequestrati dal Nirda del Corpo forestale dello Stato e non vivranno più al buio e senza possibilità di movimenti naturali. Ma sono stati messi in centri di recupero. La Suprema Corte, poi, ha confermato anche il sequestro dei mezzi di trasporto per evitare il ripetersi del reato.
Sono dovuti passare molti anni - fa presente ancora la Lega anti vivisezione - prima di questa sentenza, anni in cui quasi tutti i servizi Asl dei Comuni in cui il Victor piantava le sue tende non hanno mai trovato nulla di strano nel fatto che gli uccelli non riuscissero nemmeno ad aprire le ali per quanto fossero sacrificati, che un leone marino fosse costretto in uno spazio poco più grande di lui, che gli alligatori non potessero muoversi nella "scatola" che li conteneva e che, tutti, vivessero perennemente al bui
o.


Striscia la notizia ha denunciato questa crudeltà e la sofferenza di questi animali. E si pensava che la vicenda fosse conclusa. Tutt'altro: il Circo Victor è tornato alla carica e gira ancora tranquillamente con il suo spettacolo e un tir pieno di squali e altri animali marini. In questi giorni, si è attendato nella piazza del mercato di Bollate, nel Milanese. L'appello della Lav ai cittadini è chiaro: disertate gli spettacoli.

Leggi i commenti

CHINA EASTERN SI ARRENDE: STOP AL TRASPORTO DI PRIMATI PER I TEST

Pubblicato su da Grunf

LA DECISIONE COMUNICATA NELLE SCORSE ORE A PETA

Poche ore fa, secondo il sito di Peta, China eastern airlines ha informato l'organizzazione animalista americana che a partire dal 1 marzo non effettua più il trasporto di primati destinati ad esperimenti. "Questo a nuncio – scfrive Jeff Mackey sul blog di Peta – mette fine all'esportazione di scimmie dalla Cina per l'utilizzazione in laboratorio!" Fino ad ora la maggioranza dei primati importati negli Stati Uniti per uso sperimentale provenivano dalla Cina: più di 10 mila nel 2012. Dopo la decisione presa da China Southern e Air China di fermare le consegne di primati per esperimenti, ai vivisettori era rimasta solo la China Eastern. Ora anche l'ultimo baluardo è caduto e questo mercato è praticamente chiuso. Le email di protesta inviate ai cinesi sono state circa 100 mila.

Leggi i commenti

POLONIA, A 3 ANNI SALVA GRAZIE AL SUO CANE: L'HA RISCALDATA

Pubblicato su da Grunf

LA BIMBA ERA SCOMPARSA: ASSISTITA DALLL'ANIMALE

I genitori hanno dichiarato di aver visto la bambina giocare in giardino con il cane, ma poco dopo è stata data per dispersa. Le ricerche - rivela Leggo.it - sono state condotte da oltre 200 persone per tutta la notte e, con la colonnina di mercurio a -5 gradi, in molti pensavano al peggio.
Ora la bambina sta bene: è stata portata in ospedale per un principio di congelamento ma le sue condizioni non preoccupano.

Leggi i commenti

PROPOSTA DI LEGGE A FIRMA BRAMBILLA: IL CAVALLO DIVENTI ANIMALE D'AFFEZIONE (Video)

Pubblicato su da Grunf

Riconoscere cavallo, asino, mulo e bardotto come animali da compagnia, vietarne la macellazione, l'importazione e l'esportazione a fini alimentari, vietare la vendita e il consumo della carne equina, vietare l'utilizzazione degli equidi in spettacoli o manifestazioni pericolose o degradanti, assicurare la tracciabilità dei cavalli attraverso interventi sull'anagrafe equina. E' il contenuto della proposta di legge che l'on. Michela Vittoria Brambilla, in rappresentanza della Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente, depositerà a sua firma all'insediamento del parlamento e che ha illustrato oggi a Milano insieme con Antonio Nardi-Dei, presidente di Italian Horse Protection, prendendo spunto dallo scandalo delle "lasagne al cavallo" che interessa numerosi Paesi europei.
In attesa di una soluzione definitiva del problema, la Federazione ha intanto chiesto ai ministri della Salute e delle Politiche agricole di sospendere cautelativamente le importazioni di cavalli vivi e di carne di cavallo, quantomeno dai Paesi che non danno sufficienti garanzie per la salute dei consumatori.
Allo stato attuale, infatti, non solo non c'è obbligo normativo di indicare la provenienza della carne di cavallo commercializzata nel nostro Paese (come ad esempio è invece per la carne bovina per la quale viene tracciata l'intera filiera), ma vi è il ragionevole sospetto che all'estero o anche in Italia, dato la confusione regnante nella nostra anagrafe equina, finiscano nella catena alimentare animali trattati con sostanze pericolose per la salute umana.
"Nei confronti del cavallo, l'uomo mostra spesso il peggio di sé, tradendo il suo patto plurimillenario con un vero amico – afferma l'.on. Brambilla - Da sempre accanto al lui, per offrirgli la collaborazione in battaglia, nei lavori agricoli, come mezzo di trasporto e come amico fedele, questo meraviglioso animale continua ad essere sfruttato in mille modi: nei circhi, sulle piste delle ippodromi ufficiali, magari obbligato a rigide ed innaturali discipline agonistiche; nelle corse clandestine; sui sampietrini romani (e non solo) a trascinare carrozzelle sotto la pioggia o con il caldo torrido; lanciato a folle velocità sui tracciati medievali dei palii. Nella maggior parte dei casi, con il macello come ultima stazione, magari dopo avere affrontato interminabili viaggi dall'est in condizioni degradanti.
Da noi, è una specie animale sfruttata - letteralmente – fino all'osso: mentre nel mondo anglosassone mangiare il cavallo è quasi inconcepibile – in alcuni Stati americani è addirittura illegale, l'Italia vanta invece il triste primato di maggiore consumatore di carne equina di tutta l'Europa".
Quindi è necessario cambiare l'inquadramento normativo attuale, che identifica il cavallo come "animale da reddito", estendo a questo meraviglioso animale tutte le tutele necessarie. La proposta di legge dell'ex ministro del turismo, oltre a riconoscere il cavallo come animale d'affezione (con tutto quello che comporta in termini di divieto di maltrattamento, di sfruttamento, di macellazione e di importazione ed esportazione di cavalli a fini alimentari), fissa criteri per la custodia e la cura degli equini, spesso detenuti in condizioni non adeguate. Istituisce un registro anagrafico degli equini presso le Asl che dia garanzia di tracciabilità e riconducibilità all'effettivo proprietario o possessore. Regola le modalità di addestramento. Abolisce le aste di equini di proprietà delle Forze armate e di altri enti pubblici, che potranno essere affidati ad associazioni. Per gli equini anziani o malati prevede convenzioni con strutture private o veri e propri "pensionati". Introduce inoltre sanzioni per chi viola la legge e il rafforzamento dell'istituto della confisca.
Oltre a Nardi-Dei, erano presenti e sono intervenuti Nadia Zurlo di Lav, Laura Rossi della Lega del cane, Sergio Sellitto, vicepresidente nazionale dell'Enpa, Alessandra Roma di SOS Levrieri (altra spe
cie animale sfruttata per le corse).


Proposta di Legge Brambilla e nota informativa.doc

Leggi i commenti