Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog

Castelletto t.: auto contro un palo della luce

Pubblicato su da Ugo Pennati

Leggi i commenti

Ural Foto

Pubblicato su da Ugo Pennati

Leggi i commenti

Farid IF

Pubblicato su da Ugo Pennati

Farid IF

Leggi i commenti

RED AND WHITE SONOMA COUNTRY

Pubblicato su da Ugo Pennati

Leggi i commenti

DESPARATI

Pubblicato su da Ugo Pennati

Leggi i commenti

Villa Buon Respiro, malati psichici in ostaggio dei burocrati

Pubblicato su da Grunf

VITERBO - Sempre più vicino il rischio chiusura per Villa Buon Respiro e il trasferimento dei malati psichici ricoverati non si sa dove. Già perché quello che sta accadendo tra Regione (che accredita le strutture private), Asl e Tosinvest, il gruppo privato che gestisce il centro sulle colline a sud di Viterbo, ha i tratti del tragicomico.

Come conferma Vito Ferrante, dell’Afesopsit, l’associazione dei familiari dei malati mentali: «Qualcuno all’improvviso - spiega - si è accorto della mancanza di pezzi di carta che, peraltro, qualcun altro ha dimenticato di produrre o di inviare».

Ovvero: «Come dice il commissario straordinario della Asl di Viterbo in una lettera del 21 dicembre 2012 - aggiunge Ferrante - non si sono trovati documenti che giustifichino lo stato attuale di Villa Buon Respiro. E perché la Regione, nella persona del dottor Ciarlo, sostiene che del trasferimento di 27 persone assistite da Villa Buon Respiro nelle case-famiglia non ne sapeva niente».

Insomma se un polo sanitario così importante è a rischio non è per mancanza di fondi, ma per «distrazione». Domani riunione con il prefetto per capire come intervenire.

Leggi i commenti

Salari italiani sotto la media eurozona -14,6% rispetto alla Germania

Pubblicato su da Grunf

Nella classifica "salari" l'Italia si piazza al dodicesimo posto nell'Ue a 27, sotto la media della zona euro, ma leggermente sopra quella dell'intera Ue. E' quanto emerge da un report dell'Istat, secondo cui la retribuzione oraria lorda a ottobre 2010, espressa in termini nominali (senza tener conto del potere di acquisto), è inferiore di circa il 14,6% a confronto con quella della Germania, del 13% nel paragone con il Regno Unito e dell'11% con la Francia; risulta invece superiore del 25,9% rispetto alla Spagna.

Il confronto è relativo alla retribuzione oraria del mese di ottobre dei dipendenti che hanno un contratto a tempo pieno ed esclude gli apprendisti. Nel dettaglio, l'Italia, con 14,5 euro, si colloca più in basso a confronto con la media dell'Unione monetaria, ma risulta superiore a quella della Ue a 27. Infatti, la retribuzione oraria, sempre a ottobre 2010, è pari a 14,0 euro per ora retribuita nell'intera Unione e a 15,2 euro in Eurolandia. In generale nella graduatoria europea, i valori più elevati si registrano in Danimarca (27,09 euro), Irlanda (22,23 euro) e Lussemburgo (21,95 euro), quelli più bassi in Bulgaria (2,04 euro), Romania (2,67 euro), Lettonia e Lituania (rispettivamente 3,78 euro e 3,44 euro).

Quanto al rapporto, pubblicato dall'Istituto di statistica all'inizio della settimana, si tratta di una rilevazione quadriennale sulla struttura delle retribuzioni, armonizzata a livello europeo. L'indagine analizza il mese di ottobre perchè sono limitati gli effetti della stagionalità e la presenza di giorni festivi. Dalla rilevazione, viene sottolineato, sono escluse oltre alle attività del settore agricolo, quelle della pubblica amministrazione in senso stretto (amministrazione pubblica e difesa; assicurazione sociale obbligatoria). Inoltre, spiega l'Istat, «nei confronti internazionali, al fine di tenere in considerazione le differenze della durata del lavoro e dei sistemi nazionali di welfare, è utilizzato generalmente l'indicatore della retribuzione lorda oraria». Il risultato sono, viene evidenziato, «dati armonizzati a livello europeo» che «permettono il monitoraggio, a cadenza quadriennale, dell'andamento del mercato del lavoro e delle retribuzioni nei diversi Paesi, fornendo rilevanti informazioni per l'orientamento delle politiche del lavoro e la valutazione del grado di competitività delle economie nazionali».

Leggi i commenti

Ugo Pennati added a new photo.

Pubblicato su da Ugo Pennati

Ugo Pennati added a new photo.

Leggi i commenti

Invecchiare è inevitabile. Crescere è un optional.

Pubblicato su da Ugo Pennati

bikers,

bikers,

Leggi i commenti

Belin....ma vaffanc...!!!!! :)

Pubblicato su da Ugo Pennati

Belin....ma vaffanc...!!!!! :)

Leggi i commenti