Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog

LUCCA, SCARICA DI PALLINI CONTRO UN GATTINO: DENUNCIATO UN 37ENNE

Pubblicato su da Grunf

IL MICIO, COLPITO DAL VICINO DI CASA, IN PROGNOSI RISERVATA

Un uomo di 37 anni di Picciorana (Lucca) ha colpito con una carabina ad aria compressa il gatto del vicino di casa. Denunciato dalla polizia, anche se ancora non è chiaro agli agenti se abbia sparato all'indirizzo del micio intenzionalmente oppure per errore. Lo scrive Quotidiano.net.

Il 37enne è stato individuato dopo la chiamata al 113 del proprietario dell'animale e le indagini della scientifica, che ha confrontato i proiettili trovati a casa dell'uomo e quelli estratti dal corpo del gatto. L'animale è stato operato ed è in prognosi riservata.

Leggi i commenti

GREEN HILL, CASSAZIONE CONFERMA IL SEQUESTRO PREVENTIVO DEI BEAGLE

Pubblicato su da Grunf

NUOVA VITTORIA DELLE ASSOCIAZIONI ANIMALISTE

Nuova vittoria degli animalisti nella battaglia giudiziaria contro Green Hill. Accogliendo il ricorso della Procura di Brescia e le richieste del pg, la Corte di Cassazione ha deciso ieri di annullare con rinvio l'ordinanza con cui il Tribunale del Riesame il 23 ottobre scorso aveva detto no al sequestro preventivo. I giudici hanno confermato il dissequestro del capannone e delle strutture della Marshall. I cani invece restano dove sono, affidati alle associazioni animaliste e , tramite queste, alle famiglie che hanno fattpo richiesta di adozione.

Si tratta di una decisione importante, che rafforza la posizione della Procura in vista del processo.

"La pronuncia della Corte di Cassazione - commenta la Lav - è una nuova positiva tappa della vicenda giudiziaria, dopo la recente sconfitta di Green Hill davanti al Gip del Tribunale di Brescia.

La Suprema Corte ha confermato la validità del sequestro dei beagle che, con questa decisione, diviene preventivo rendendolo così più forte. I nostri legali sono impegnati per intervenire nel processo che a breve si aprirà per punire i responsabili di maltrattamenti, anche aggravati dalla

morte, e di uccisione di animali e far chiudere definitivamente l'allevamento bresciano."

Fin dalla prima mattina di oggi un folto gruppo di attivisti ha atteso la decisione davanti alla sede della Corte di Cassazione, manifestando in modo pacifico e in compagnia di tanti beagle salvati da quella drammatica realtà.

La notizia è stata commentata anche dall'Enpa. "Il nostro auspicio - dice la Protezione animali - è che le prossime tappe del procedimento giudiziario facciano chiarezza una volta per tutte su quanto accaduto a Green Hill e che, una volta individuate le responsabilità, gli autori degli illeciti siano puniti in modo esemplare e la struttura venga chiusa definitivamente".

Leggi i commenti

BARUMINI (CA), SALVO CANE SEPOLTO VIVO CON UN CAPPIO AL COLLO

Pubblicato su da Grunf

L'ANIMALE RECUPERATO DA UN GRUPPO DI RAGAZZI DEL PAESE

Un gruppetto di ragazzi di Barumini, nel Cagliaritano, è riuscito a salvare in extremis un cane sepolto vivo. Aveva un cappio stretto attorno al collo. Ora, per fortuna, sta bene ed è stato curato da una veterinaria del paese.

Questa storia a lieto fine ha come protagonista un cucciolo, strappato ad una morte certa - quasi per caso - da alcuni giovani. Che sono intervenuti, perché richiamati dai lamenti del povero animale che qualche aguzzino aveva sepolto vivo con un cappio al collo. Hanno seguito quei lamenti e, increduli, hanno fatto la scoperta. Il cane è stato tratto in salvo - scrive L'Unione Sarda - proprio dai giovani e portato immediatamente nel paese dove una veterinaria lo ha visitato e rimesso in sesto. Ora sta meglio e scondinzola ancora. Ma ha sicuramente rischiato di perdere la vita per colpa di una persona senza cuore.

Intanto, è partita una denuncia contro ignoti.

Leggi i commenti

PLEDGE: Legislation demanded to ban eating cats and dogs in Switzerland.

Pubblicato su da Ugo Pennati

Leggi i commenti

Ugo Pennati shared Hells Angels Mc Nomads Italy's...

Pubblicato su da Ugo Pennati

Ugo Pennati shared Hells Angels Mc Nomads Italy's...

Ugo Pennati shared Hells Angels Mc Nomads Italy's photo.

Leggi i commenti

Ugo Pennati shared Anibal Cartago's photo.

Pubblicato su da Ugo Pennati

Ugo Pennati shared Anibal Cartago's photo.

Leggi i commenti

Tafferugli a Milano durante corteo studenti

Pubblicato su da Grunf

Un corteo di qualche centinaio di studenti è partito questa mattina da piazza Cairoli a Milano per raggiungere Palazzo Pirelli, sede del Consiglio regionale. I ragazzi hanno protestato contro la vittoria di Roberto Maroni alle ultime elezioni regionali. Ci sono stati alcuni momenti di tensione con carabinieri e polizia quando gli studenti si sono avvicinati troppo al palazzo. C'è stato un respingimento e il lancio di qualche lacrimogeno, ma nessuno è rimasto ferito. Durante il tragitto verso il Pirellone, alcuni ragazzi hanno imbrattato l'esterno di un paio di filiali bancarie con le scritte 'Fuck austerity' e «Noi la crisi non la paghiamo».

Leggi i commenti

Paura all'Esquilino, assalto a furgone portavalori gli spari: muore un bandito, ex brigatista

Pubblicato su da Grunf

Spari e paura nella capitale, in pieno centro poco prima dell'ora di pranzo. In via Carlo Alberto 6, all'Esquilino, una banda di tre persone ha assaltato un furgone portavalori. E' iniziato un conflitto a fuoco vicino piazza Santa Maria Maggiore: uno dei banditi è morto, si tratta di Giorgio Frau, ex appartenente alle Brigate Rosse, tornato in libertà nel '98 per terrorismo e riarrestato a Perugia per una rapina nel 2003. Ferita anche una guardia giurata, ma non sarebbe in pericolo di vita. Gli altri due rapintaori sono stati arrestati.

In strada tra i passanti si è scatenato il panico. In molti, tra romani e turisti, si trovavano nei paraggi della rapina avvenuta poco prima delle 13. Alcune persone al rumore degli spari si sono rifugiate nei negozi e dietro le auto. Tanti anche gli stranieri spaventati, molti di loro diretti alla basilica di Santa Maria Maggiore.

I tre rapinatori sono arrivati in via Carlo Alberto a bordo di due moto e hanno atteso il furgone. Appena ha raggiunto la Banca Popolare di Sondrio di via Carlo Alberto è partito l'assalto dei rapinatori. Una sparatoria a una distanza ravvicinata. Le guardie giurate, della società Fidelitas, hanno reagito aprendo il fuoco. Una di loro, Domenico Antonino Di Silvo è stato ferito alle gambe e alle braccia ma è riuscito a rispondere al fuoco e ha colpito a morte il bandito Frau.

Spaventate le persone che si trovavano in zona. Come racconta, ancora terrorizzata, una testimone: "Stavo uscendo dall'ambulatorio medico quando ho sentito. Ho avuto tanta paura". Subito è scattato l'allarme al 112, la centrale operativa dei carabinieri ha diramato le ricerche dei due fuggitivi, con posti di blocco sparsi in vari punti della zona. I due rapinatori, scappati a bordo di un'autovettura (probabilmente rubata), sono stati intercettati vicino Porta Maggiore dai militari del Nucleo radiomobile e portati nella caserma di via In Selci. Il terzo bandito è rimasto ucciso sul luogo della rapina.

La guardia giurata rimasta ferita non è in gravi condizioni: è stata trasportata dal 118 all'ospedale San Giovanni con ferite da arma da fuoco alle gambe e alle braccia.

Leggi i commenti

Grillo al Pd: è il mercato delle vacche. Questi hanno la faccia come il c...

Pubblicato su da Grunf

Mercoledì aveva dato a Bersani dello «stalker politico». Oggi, dinnanzi allo scenario di uscita dall'impasse prefigurato con più dettagli dal segretario democratico, Beppe Grillo reindossa lo stile bellicoso per chiudere ogni spazio di mediazione. Quasi irridendo ai tentativi di dialogo avviati dal vertice del Nazareno: «Questi hanno la faccia come il c... I vertici del pdmenoelle si stanno comportando come dei volgari adescatori». In un post sul suo blog definisce «puttanesco» questo modo di fare politica. «In questi giorni è in atto il mercato delle vacche. Al M5S arrivano continue offerte di presidenze della Camera, di commissioni, persino di ministri. Il Pdmenoelle ha già identificato a tavolino le persone del M5S per le varie cariche dando loro la giusta evidenza mediatica sui suoi giornali e sulle sue televisioni». Ma per attuarlo, avverte il comico genovese, «ci devono essere persone disposte a vendersi. E il M5S, i suoi eletti, i suoi attivisti, i suoi elettori non sono in vendita».

Nel mirino anche Renzi, ha fatto solo il politico di professione

L'attacco a Bersani ricalca le accuse già rivolte al segretario in passato, lo schema non cambia di una virgola. «È fuori dalla storia e non se ne rende conto. I giochini sono finiti e quando si aprirà la voragine del Monte dei Paschi di Siena forse del pdmenoelle non rimarrà neppure il ricordo». E ce n'è anche per la stella nascente Matteo Renzi. «Come uniche credenziali ha quelle di aver fatto il politico di professione senza nessun risultato apprezzabile ora si candida a premier, ma non aveva perso le primarie?».

Nessuna alleanza organica per i Cinque Stelle

Per ribadire la netta contrarietà del M5S a sostenere con un voto di fiducia un qualsivoglia esecutivo Grillo richiama l'impegno sottoscritto dai propri candidati prima del voto. Nel Codice di comportamento evocato dal leader si legge infatti che «i gruppi parlamentari del MoVimento 5 Stelle non dovranno associarsi con altri partiti o coalizioni o gruppi se non per votazioni su punti condivisi». Queste regole, fa notare ancora Grillo, «erano note a tutti, al politburo del pdmenoelle compreso. Se il pdmenoelle vuole trasformare Camera e Senato in un Vietnam il M5S non starà certo a guardare».

Seghetti (Pd): Beppe stai scappando, devi dirlo agli italiani

In casa Pd si registra una prima reazione nelle parole del capo ufficio stampa Roberto Seghetti. «Beppe grillo tu stai scappando. Noi faremo proposte per il cambiamento. Se non vuoi cambiare devi dirlo agli italiani. Alla luce del sole», nota Seghetti in un twitt.

Leggi i commenti

Armeno: si cerca Osvaldo Grassi

Pubblicato su da Grunf

E’ uscito di casa ieri mattina, ha preso il bus che collega Armeno con Omegna e da allora è scomparso. Non si hanno notizie da oltre 24 ore di Osvaldo Grassi, cameriere in pensione di 76 anni residente ad Armeno. Le ricerche sono condotte dai carabinieri delle stazioni di Orta ed Omegna e vi partecipano anche molti amici di Grassi, persona molto conosciuta nel Cusio. La famiglia ha reso noto che il loro congiunto al momento della scomparsa vestiva con un giubbotto di colore verde scuro. Chi lo avesse visto è pregato di segnalarlo alla più vicina stazione die Carabinieri.

Leggi i commenti