Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog

Pesci più aggressivi per gli ansiolitici in mare

Pubblicato su da Grunf

Aggressivi, asociali e voraci. Così diventano i pesci a causa dei farmaci ansiolitici che, attraverso le fognature, finiscono nei fiumi e in mare modificandone il comportamento. Queste modifiche nel temperamento degli animali sono state scoperte da un gruppo di ricerca dell'Università svedese di Umea e descritti sulla rivista Science. Le conseguenze sull'ambiente potrebbero essere gravi e difficilmente prevedibili.

La ricerca - Una parte, anche se piccola, dei farmaci utilizzati dall'uomo si disperde nell'ambiente, dove queste sostanze possono venire assorbite da piante o animali.

Sottoponendo alcuni pesci persico a bassissimi dosaggi di uno dei più utilizzati farmaci ansiolitici, i ricercatori svedesi hanno verificato cambiamenti nel comportamento. L'esperimento è stato condotto utilizzando concentrazioni di farmaci uguali a quelle che si riscontrano nelle acque, nei pressi delle zone densamente popolate della Svezia.

Il coraggio non è sempre un vantaggio - Tomas Brodin, coordinatore della ricerca, ha spiegato: "Normalmente i pesci persico sono timidi e cacciano in gruppo. Si tratta di una strategia per sopravvivere e riprodursi. Quelli che nuotano in acque nelle quali sono finiti dei farmaci ansiolitici diventano però molto più audaci". Il farmaco li rende più coraggiosi, spingendoli a cacciare da soli ed esponendosi a maggiori rischi senza la protezione del gruppo.

Impianti di depurazione - Il ricercatore ha concluso: "La soluzione al problema non è eliminare i farmaci, ma sviluppare impianti di trattamento delle acque in grado di eliminare i residui di queste sostanze".

Il gruppo di ricerca punta ora a capire quali conseguenze, difficilmente prevedibili, possa comportare un comportamento di questo tipo nell'equilibrio degli ecosistemi locali.

Leggi i commenti

Incendiava le chiese del Cusio, donna in manette

Pubblicato su da Grunf

Dieci giorni di indagini, decine di carabinieri impegnati quasi giorno e notte nel controllo di una quarantina di chiese del Cusio e stamattina, finalmente, l'epilogo: la piromane che ha dato fuoco e danneggiato alcune chiese, è stata bloccata e arrestata dai carabinieri della Stazione di Orta San Giulio. L'arresto è avvenuto stamattina attorno alle 9.30 ad Armeno, nella chiesa dedicata a San Giuseppe, ad opera dello stesso comandante di Orta, maresciallo Luigi Leo, che, al pari di altri colleghi appostati in altre chiese, era all'interno della chiesa. La donna arrestata è Gisella Maura di 53 anni residente a Miasino. E' stata bloccata, al termine di una collutazione, mentre con un martello picchiava contro un muro interno della chiesa di san Giuseppe, uno dei luoghi di culto già oggetto di attacchi vandalici da parte della donna. Nella collutazione, prima che il maresciallo Leo riuscisse a chiamare gli altri carabinieri, è rimasto ferito alle mani. Si chiude così una vicenda che aveva allarmato la popolazione del Cusio e tutto l'ambiente religioso e della curia vescovile, provocando sgomento e scalpore tra i fedeli, ma la tenacia dei Carabinieri, supportati e coordinati con ogni ausilio dalla Procura della Repubblica di Verbania con a capo il Procuratore Capo Dr. Giulia Perrotti, dopo giorni e giorni di appostamenti notturni e diurni fisicamente estenuanti in ragione delle rigidissime temperature del periodo invernale in corso e dispendiosi per il numero dei militari impiegati, ha dato i suoi frutti. La donna è stata associata alla sezione femminile del carcere di Vercelli - dovrà spiegare ai magistrati di Verbania i motivi del suo risentimento verso la chiesa cattolica e dei suoi insani gesti. La vicenda e l'arresto nel Cusio se da un lato ha portato tutti a tirare un sospiro di sollievo dall'altra ha però suscitato un sentimento di pietà nei confronti di una donna che sta attraversando un momento particolarmente difficile della vita e che forse voleva con questo gesto richiamare l'attenzione su di sé.

Incendiava le chiese del Cusio, donna in manette
Incendiava le chiese del Cusio, donna in manetteIncendiava le chiese del Cusio, donna in manette
Incendiava le chiese del Cusio, donna in manetteIncendiava le chiese del Cusio, donna in manetteIncendiava le chiese del Cusio, donna in manette

Leggi i commenti

A26, sasso da cavalcavia: accertamenti in corso

Pubblicato su da Grunf

Sarebbero tornati a colpire i lanciatori di sassi mattoni o oggetti vari dai cavalcavia delle autostrade. Questa volta lo avrebbero fatto da un sovrappasso dell’autostrada A/26 Voltri - Gravellona tra i territori di Fontaneto d’Agogna, dove è ubicato il casello di Borgomanero, e quello di Romagnano Sesia. Sull’episodio, che ha interessato una Volkswagen Tiguan c’è un velo di mistero e incredulità.

E’ stato lo stesso automobilista a raccontarlo.

Il fatto sarebbe accaduto alcune sere fa, ma è trapelato solo oggi. L’uomo ha raccontato di essere entrato in autostrada attorno alle 23 dal casello di Arona; superate le gallerie di Fontaneto, la sua auto è stata bersaglio di un oggetto, forse un mattone, lanciato da un cavalcavia che ha infranto il parabrezza anteriore dell’auto senza frantumarlo del tutto. Ha raccontato l’automobilista:<Non so come io sia riuscito a fermarmi senza perdere il controllo delle vettura. Mi sono fermato nella prima piazzola>. Nessuna denuncia sarebbe stata presentata direttamente alla polstrada dal conducente della Tiguan. Dal comando che ha competenza su tutto il tratto che interessa le province di Vercelli, Novara e Vco confermano che saranno avviati accertamenti per chiarire l’episodio.

Leggi i commenti

Anch'io aspetto questo giorno....

Pubblicato su da Ugo Pennati

Leggi i commenti

Da Movimento cinque stelle Arona

Pubblicato su da Ugo Pennati

Leggi i commenti

Auguri anche a me!!!!

Pubblicato su

Leggi i commenti

FESTA DEI SINGLE!

Pubblicato su da Ugo Pennati

FESTA DEI SINGLE!

Leggi i commenti

Something like …Harley Davidson..lol

Pubblicato su

Leggi i commenti

Alice Cooper says “Hey I’m obsessed too!”

Pubblicato su

Leggi i commenti

✩ ✩ SACRED SPIRIT DANCE ✩ ✩Il legno buono non cresce negli agi....

Pubblicato su

Leggi i commenti