Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Problemi della montagna: tra volo notturno e soccorsi

Pubblicato su da Grunf

L’intervento sul Monte Massone, costato la vita ad una donna di 59 anni di Valduggia, recuperata attraverso un elicottero del soccorso Rega decollato da Magadino in Svizzera, apre alcune riflessioni. In primo luogo il fatto che il volo a vista in Italia non sia consentito da mezz’ora dopo il tramonto fino a mezz’ora prima l’alba, questione discendente da una normativa nazionale. Tuttavia per gli svizzeri è possibile intervenire in territorio italiano.

<Quello del volo notturno per il soccorso è sicuramente un problema - spiega Matteo Gasparini, responsabile della Decima Delegazione Valdossola del Soccorso Alpino – siamo al confine con la Svizzera e possono intervenire, ma nel resto d’Italia?>.

<E’ una questione sentita – spiega il Comandante Spanò di Eliossola – auspichiamo ad una soluzione per il volo a vista notturno>.

A questo problema si aggiunge quello dei costi del servizio degli interventi di soccorso elvetici, che possono anche raggiungere decine di migliaia di euro completamente a carico delle persone infortunate. Per questo motivo è bene che chi pratica la montagna provveda a tutelarsi stipulando apposite polizze assicurative. In caso di possesso della tessera CAI (ed è il caso della comitiva di sette persone che hanno vissuto la disavventura al Monte Massone) si prevede che il pagamento venga anticipato dalle persone coinvolte nell’infortunio che saranno poi rimborsate dall’assicurazione alla quale la Rega provvederà a fatturare direttamente l’importo.

Ovviamente bisogna essere in regola con il tesseramento per fruire di questi servizi.

<Essere iscritti e tesserati al Club Alpino Italiano –spiega Cinzia Vallone del CAI Pallanza – significa essere assicurati in montagna, sulle piste, nei casi di infortunio o di danni ad altri. Ogni sezione del Cai può scegliere le proprie tariffe ma i costi annuali sono sempre molto contenuti. L’invito – chiude Vallone – è quello di fare la tessera per essere sempre protetti nei casi di soccorso>.

Commenta il post