Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

RAGUSA, BLOCCATI BRACCONIERI IN AZIONE NELLA RISERVA DEI PANTANI

Pubblicato su da Grunf

LIPU: SEQUESTRATI RICHIAMI, ARMI E ANATRE ABBATTUTE

Hanno tentato la fuga attraverso le sponde del pantano Bruno, nel Ragusano, ma grazie all'intervento delle guardie volontarie Lipu sono stati bloccati. Sequestrate armi, munizioni e fauna abbattuta, denunciato uno dei trasgressori. Lo rende noto la Lipu-BirdLife Italia. Che avverte: "Nonostante siano passati quasi due anni dalla sua istituzione, gli episodi di caccia illegale all'interno della Riserva naturale Pantani della Sicilia sud-orientale non finiscono".

L'ultimo episodio, risalente ad alcuni giorni fa, è avvenuto proprio in questa riserva, durante uno dei servizi di vigilanza venatoria operati nella zona, quando le guardie venatorie della Lega italiana protezione uccelli di Ragusa hanno intercettato alcuni cacciatori all'interno del pantano Bruno, in piena zona A della Riserva.

In particolare, alle prime luci dell'alba, due uomini sono stati colti in flagrante mentre posizionavano stampi di plastica per attirare gli uccelli ed in tutta tranquillità avevano iniziato a sparare diversi colpi di fucile abbattendo anche delle anatre. I cacciatori, che non si sono fermati all'alt delle guardie, hanno tentato la fuga attraverso le sponde del pantano, ma uno dei due è stato bloccato dopo qualche minuto di inseguimento.

Poi, con l'aiuto dei carabinieri di Ispica e della polizia provinciale di Ragusa, è stato possibile disporre il sequestro delle armi, delle munizioni e della fauna abbattuta, mentre il trasgressore bloccato è stato denunciato per quattro ipotesi di reato.

"Visto questo persistere di fenomeni di illegalità, chiediamo al presidente della Regione Sicilia Crocetta che venga formalizzato al più presto l'ultimo atto amministrativo che consegna la Riserva ufficialmente all'ente gestore designato, l'Azienda regionale foreste demaniali - ha commentato il presidente della Lipu Fulvio Mamone Capria -. Si tratta di un semplice passaggio burocratico, purtroppo fermo da più di un anno, che consentirà di avviare tutte quelle azioni di conservazione specifiche per la tutela della fauna ed il ripristino definitivo di condizioni di legalità".

Commenta il post