Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Spari nel Silenzio: arrestati due bracconieri

Pubblicato su da Grunf

Si muovevano preferibilmente di notte per sorprendere gli animali nel momento in cui sono più vulnerabili. Avevano con loro pistole e fucili importati clandestinamente. Ma la polizia provinciale dopo un anno di indagini ha messo fine alla loro attività. Sono stati arrestati martedì intorno alle 21,30 a Verbania, all’uscita di un bar di Possaccio due bracconieri, Fabrizio Morettini, 48 anni, operaio di Premeno, e Francesco Cardoletti, imbianchino cinquantatreenne di Verbania. L’operazione, guidata dal comandante Riccardo Maccagno, e coordinata dal pm Nicola Mezzina, è stata chiamata “Spari nel silenzio” proprio perché le indagini sono partite dai colpi risuonati seppur con il silenziatore nella notte nei boschi del parco naturale della Val Grande, uditi dagli agenti. Per più di un anno la polizia provinciale ha seguito i due, una volta li ha anche fermati, ma erano riusciti a liberarsi della pistola. Fino a martedì: in uno zainetto c’era l’arma, smontata, una Thompson calibro 222, di fabbricazione americana, che i due avevano portato con disinvoltura con loro al bar. Secondo quanto ricostruito dalla polizia provinciale, i bracconieri cacciavano da almeno un anno in zone vietate del parco Val Grande o sulle alture del Verbano. Durante le perquisizioni domiciliari sono saltati fuori un’altra pistola della stessa marca ma di calibro 30.30, adatta per l’abbattimento di grossi ungulati, e un fucile a canna liscia, oltre a silenziatori e munizioni. Morettini, difeso dall’avvocato Gaetano Longo Dorni, si trova ora ai domiciliari su disposizione del Gip, mentre Cardoletti, (avvocato Paola Morando), al quale la Questura aveva in precedenza ritirato il porto d’armi, ha l’obbligo di firma. Ora le indagini proseguono per capire quale sia la provenienza delle armi e quale destinazione avesse la selvaggina cacciata.

Commenta il post