Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog

cronaca

La vecchietta intrappolata nel supermercato a Capodanno

Pubblicato su da Grunf

Io al suo posto me sarei magnato de tutto !!!!! :)

Leggi i commenti

Video choc: raccontano lo stupro. E ridono (Video) :((

Pubblicato su da Grunf

E' un video impressionante, agghiacciante: un ragazzino in calzini di spugna che ride come un matto raccontando come ha stuprato insieme ai suoi amici una coetanea di 16 anni. Il video è stato postato su Youtube e sta facendo il giro del mondo. Secondo il sito Huffintonpost sarebbe stato Anonymus, il gruppo di "hacker" informatici che intercetta documenti riservati e "punisce" nel mondo on line i "cattivi" a rivelare il video, che è amatoriale, probabilmente ripreso da qualche amico. E, in sottofondo, sembra di sentire anche risa di donna.

Il video dura 12 minuti ed è stato postato dal gruppo attivista Knight Sec., scrive l'Huffington.

Lo stupro è avvenuto a Steabuenville, Ohio, la notte del 22 agosto. Vittima una ragazzina di 16 anni, di una città vicina, che aveva partecipato a un party, in cui c'era anche un gruppo di atleti di Football della locale scuola superiore. L'avrebbero trascinata via, assaltata in gruppo, stuprata più volte, fotografata, a addirittura urinato sul suo copro. Le indagini sono ancora in corso.

La polizia ha detto di essere a conoscenza del video sin dal tempo dello stupro e di aver già interrogato chi lo ha realizzato.

Per la violenza di gruppo sono al momento sotto accusa due ragazzi, giocatori nella squadra di calcio della città, Trent Miles e Ma'lik Richmond.

Ma Anonymus e il gruppo Knight Sec pensa che la polizia stia coprendo la squadra di football, che regna incontrastata sulla città, e per questo ha postato sul sito stopbigred, creato per l'occasione,una contro-inchiesta in cui mostra un elenco di persone che potrebbero aver assistito allo stupro o saperne qualcosa.

Michael Nodianos ride dello stupro :(

Leggi i commenti

Brescia, tentato stupro vicino alla stazione: si cercano due aggressori

Pubblicato su da Grunf

Leggi i commenti

Il politico accusato di stupro aggredito dalle donne (Video)

Pubblicato su da Grunf

Fino a pochi giorni fa lo stupro era un reato poco rischioso in India, oggi è diventato estremamente pericoloso. La vicenda di Bikram Singh Brahma, membro del partito del Congresso e presidente di un comitato distrettuale del partito nello stato dell’Assam, è stato arrestato con l’accusa di stupro. A denunciarlo il marito per lo stupro della moglie, avvenuto quando il politico è stato ospite della coppia.

IL CASO - La denuncia è stata verbalizzata e l’uomo arrestato e sia la denuncia che l’arresto rappresentano rarità nell’esperienza indiana, ma poi l’uomo è anche stato aggredito, prima da un gruppo di donne e poi da alcuni uomini giunti a rinforzo, che lo hanno mezzo spogliato e percosso sotto gli occhi di una telecamera. Il video poi è finito alla televisione indiana e l’episodio ha avuto ampia eco.

SI CAMBIA - Il rumore suscitato dal brutale stupro di una giovane studentessa su un autobus della capitale sembrano avere davvero acceso l’interruttore della rivolta contro un fenomeno come quello degli stupri, che in India è endemico e per lo più impunito. Sono in aumento le denunce e per la prima volta l’indignazione popolare si rivolge agli stupratori invece di compatire le vittime dall’onore irrimediabilmente compromesso.

Leggi i commenti

Ristoratore nei guai: vive in un castello e dichiara di guadagnare meno degli inservienti

Pubblicato su da Grunf

Leggi i commenti

Vacanza infernale per 400 in crociera lusso Caraibi

Pubblicato su da Grunf

Leggi i commenti

Denaro per un'operazione gratuita Chirurgo arrestato per concussione

Pubblicato su da Grunf

Leggi i commenti

Maxi sequestro di sigarette elettroniche a Genova

Pubblicato su da Grunf

Leggi i commenti

Resti di una ragazzina riaffiorano dalle acque del Po a Pavia

Pubblicato su da Grunf

Leggi i commenti

Trovato cadavere di una donna in un pozzo, giallo nel foggiano

Pubblicato su da Grunf

Leggi i commenti