Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog

local

Tragico gesto ad Omegna, suicidio di un 42enne

Pubblicato su da Grunf

Ha deciso di farla finita e si è buttato sotto un treno appena fuori Borca, nel tratto compreso tra Omegna e Pettenasco. Fabio Zennaro, 42 anni, residente a Bagnella, si è suicidato in un modo atroce alle prime luci dell'alba. Un fatto che sembra inspiegabile, anche perchè l'uomo (che sembra vivesse con la madre) aveva trascorso la serata in un bar di Omegna guardando la partita. Nessun biglietto è stato lasciato ai parenti, nessun sentore che lasciasse intendere il tragico fatto avvenuto in nottata. Da tempo Zennaro era disoccupato.

Leggi i commenti

Ornavasso: 59 anni la vittima dell'escursione al Monte Massone (foto gallery)

Pubblicato su da Grunf

Ornavasso: 59 anni la vittima dell'escursione al Monte Massone (foto gallery)
Ornavasso: 59 anni la vittima dell'escursione al Monte Massone (foto gallery)Ornavasso: 59 anni la vittima dell'escursione al Monte Massone (foto gallery)
Ornavasso: 59 anni la vittima dell'escursione al Monte Massone (foto gallery)Ornavasso: 59 anni la vittima dell'escursione al Monte Massone (foto gallery)Ornavasso: 59 anni la vittima dell'escursione al Monte Massone (foto gallery)

L’allarme era stato lanciato domenica pomeriggio attorno alle 17. Un gruppo di 7 ciaspolatori in cordata, tutti provenienti dalla zona di Grignasco e Valduggia, si era perso a quota 1900 metri tra Poggio della Croce ed il Monte Massone sulle alture di Ornavasso. Di questi una donna, Silvia Strola di 59 anni, è caduta in un dirupo trascinando con se altri tre escursionisti compiendo un volo di una sessantina di metri. Gli altri compagni di cordata hanno avvisato i soccorsi che si sono messi immediatamente in moto. Il gruppo di escursionisti è stato localizzato dall’elicottero del 118 proveniente da Borgosesia, che non ha potuto recuperare i ciaspolatori subito a causa della nebbia che interessava la zona. Gli escursionisti sono stati così raggiunti, attorno alle 22,30, dagli uomini del soccorso alpino delle stazioni di Omegna ed Ornavasso e contemporaneamente, visto il miglioramento atmosferico, si è alzato da Magadino un elicottero della Rega, il soccorso alpino svizzero, che ha provveduto a recuperare la donna caduta nel dirupo nel frattempo assistita in quota dal personale dei soccorsi. Per lei purtroppo, forse, a causa dei traumi e di una crisi di ipotermia non c’è stato nulla da fare. La donna è stata portata a valle al campo sportivo di Ornavasso dove era stato allestito il campo base dei soccorsi e dove il personale medico del 118 ha cercato di rianimarla, ma purtroppo non c’è stato nulla da fare. Per gli altri membri della comitiva, coinvolti nella caduta, solo alcune escoriazioni: anche loro sono stati portati a valle dall’elicottero della Rega. La restante parte del gruppo, invece, è stata accompagnata al campo base dagli uomini del soccorso alpino. Sul posto anche gli agenti del commissariato di Omegna ed i vigili del fuoco.

Leggi i commenti

Da Movimento cinque stelle Arona

Pubblicato su da Ugo Pennati

Leggi i commenti

Formazza Ski apre allo sci alpinismo

Pubblicato su da Grunf

Sabato 16 febbraio è l'anno zero di una nuova era: in occasione della Vertical Race Rifugio Miryam, quarta tappa di IST, il comprensorio sciistico di Formazza Ski inizia un progetto pilota unico su un'ampia sezione dell'arco alpino italiano. Grazie ad un accordo con l'associazione Linea Verticale che organizza l'International Ski Tour, gli associati in regola con l'iscrizione 2013, tutti i mercoledì e venerdì, potranno fruire gratuitamente della pista per gli allenamenti in orario serale. Per i non soci il costo del ticket di ingresso con sci e pelli nel comprensorio sarà invece di 3,00 euro. Naturalmente fuori da questi giorni e orari, oppure senza l'autorizzazione, i trasgressori saranno sanzionati a norma di legge.

Leggi i commenti

In Formazza bellissima giornata...

Pubblicato su da Ugo Pennati

Leggi i commenti

Camion resta incastrato tra le sbarre del passaggio al livello di Venegono Superiore. Treni in ritardo...

Pubblicato su da Ugo Pennati

Camion resta incastrato tra le sbarre del passaggio al livello di Venegono Superiore. Treni in ritardo...

Leggi i commenti

Ladri di polli a Pombia

Pubblicato su da Grunf

Singolare furto a Pombia. Sono tornati infatti a colpire i ladri di polli. Ignoti hanno agito indisturbati in pieno giorno in un casolare situato lungo via Lazzaretto, nella frazione di San Giorgio. Qui i ladri hanno approfittato dell’assenza dei proprietari dello stabile per entrare in azione: in orario pomeridiano, sono riusciti passando dalla boscaglia, ad avere accesso alla piccola gabbia dove si trovavano i volatili perforando la recinzione sul retro. Una volta bucata, sono dunque entrati e hanno portato via quattro pennuti, due dei quali esemplari di giovane età. L’azione dei ladri non si è però fermata qui: hanno inoltre portato via anche un paio di galline e due conigli. Una volta usciti dalla gabbia dei volatili, avrebbero quindi cercato anche di entrare in casa con l’obiettivo di asportare dell’altra refurtiva, però probabilmente disturbati dal passaggio delle automobili lungo la strada, oppure spaventati dal rumore di un gregge di pecore poco distante, hanno rinunciato a portare a termine il colpo. Si sono quindi dileguati nel cuore della valle del Ticino facendo così perdere le proprie tracce.

Leggi i commenti

I carabinieri presidiano le chiese del Cusio: è caccia al piromane

Pubblicato su da Grunf

Roghi e scritte oltraggiose: sotto controllo una quarantina di edifici sacri in attesa di identificare il responsabile

Da lunedì sera tutte le chiese e gli oratori del Cusio, una quarantina di edifici sacri, sono presidiati dai carabinieri. Si tenta di identificare la persona che domenica e lunedì ha dato fuoco ai portali di alcune chiese, danneggiando gravemente quella di Pettenasco. Dovrebbe essere una donna. Un testimone ha notato in concomitanza con un incendio una signora di circa 45 anni, avvolta da un cappotto nero.

Sono state visionate tutte le immagini delle telecamere che si trovano nelle adiacenze dei luoghi sacri colpiti. La donna, tra incendi, martellate e scritte oltraggiose avrebbe colpito ad Ameno (chiesa di San Giovanni Battista), Vacciago (santuario della Madonna della Bocciola), Armeno (parrocchiale, chiese di San Giuseppe e Sant’Antonio e via Crucis), Pettenasco (parrocchiale), Carcegna di Miasino (parrocchiale), Orta San Giulio (Santa Marta e San Bernardino e a una cappella del Sacro monte.

Leggi i commenti

Arona-Santhià: mancano fondi per bus sostitutivo (Foto album)

Pubblicato su da Grunf

Rischiano di rimanere a piedi i pendolari del servizio Arona – Santhià. Sino allo scorso giugno il tragitto veniva compiuto in treno dai passeggeri sulla storica ferrovia ultracentenaria. Con i tagli dei ‘rami secchi’ le Ferrovie dello Stato hanno sospeso il servizio su rotaia ed attivato un trasporto sostitutivo con autobus rispettando gli orari previsti. C’era stata una protesta immediata sia da parte dei pendolari che da parte degli amministratori; il timore era quello che la linea potesse essere cancellata definitivamente. Cosa che rischia di accadere realmente dal momento che dal primo di febbraio sono stati a rischio i finanziamenti per l’azienda di autolinee che si era aggiudicata il bando. E’ stato il sindaco di Santhià Aldo Cappuccio tra i più attivi a sollecitare la Regione Piemonte affinché mettesse a disposizione l’impegno economico necessario per far proseguire il trasporto dei passeggeri. <Ho scritto alla Regione affinché venisse messo a disposizione con urgenza il finanziamento - afferma il sindaco di Santhià -. I pendolari sono già in una situazione di disagio per la soppressione dei treni, ora il rischio che venga meno anche il servizio sostitutivo>. Nella protesta sono stati molto attivi anche i sindaci del territorio Vercellese, da Gattinara a Santhià. Gli uffici della Regione Piemonte sono stati sollecitati dagli amministratori dei comuni interessati e dalle associazioni dei pendolari. L’impegno economico, per il momento, è stato confermato seppure in extremis. <Per quanto durerà?> si chiedono però studenti e lavoratori che quotidianamente percorrono tale linea che consente dall’Aronese e Borgomanerese di raggiungere Torino senza passare da Novara. Intanto, a sei mesi dall’introduzione degli autobus, il degrado affiora sulla vecchia linea ferroviaria, da quando non transitano più i convogli i binari appaiono completamente arrugginiti e, in alcuni punti rami ed alberi, sono caduti sulla massicciata.

Arona-Santhià: mancano fondi per bus sostitutivo (Foto album)
Arona-Santhià: mancano fondi per bus sostitutivo (Foto album)Arona-Santhià: mancano fondi per bus sostitutivo (Foto album)
Arona-Santhià: mancano fondi per bus sostitutivo (Foto album)Arona-Santhià: mancano fondi per bus sostitutivo (Foto album)
Arona-Santhià: mancano fondi per bus sostitutivo (Foto album)Arona-Santhià: mancano fondi per bus sostitutivo (Foto album)Arona-Santhià: mancano fondi per bus sostitutivo (Foto album)

Leggi i commenti

Nuove regole per la ztl di Arona

Pubblicato su da Grunf

Partirà il 1° giugno e terminerà il 30 settembre la Zona a Traffico Limitato sul lungolago di Arona. Si riduce così da sette a quattro mesi, rispetto all’anno precedente, il periodo in cui nei fine settimana sarà vietato l’ingresso alle autovetture non autorizzate nel tratto di via Marconi, piazza del Popolo e via Poli. La Ztl sarà in vigore il venerdì e il sabato dalle 22 alle 7 del mattino successivo e la domenica e festivi dalle 15,30 alle 19. La limitazione sarà ben visibile attraverso segnali luminosi e i cartelli. I tempi della Ztl 2013 sono stati presi di comune accordo tra l’Amministrazione comunale e l’Associazione Commercianti. <Lo scopo della Ztl è quello di ridurre il traffico in momenti di maggior affollamento e di limitare l’inquinamento dell’ambiente circostante> ha sottolineato il sindaco Alberto Gusmeroli. Nell’incontro si sono presi accordi anche per realizzare un brochure per dare una informativa chiara e puntuale in riferimento alla viabilità ed i parcheggi presenti in città. Un documento che potrà essere utile per i turisti, ma anche per tutti i cittadini e abitanti dei paesi vicini. L’informativa si chiamerà <Parcheggio facile – Easy Park> e sarà completa di orari giorni, aree parcheggio, sia a pagamento che libere. Sarà bilingue, in italiano ed inglese. La brochure sarà distribuita a breve in tutte le attività commerciali e nell’Uffcio Turistico del Comune di Arona. E’ questa una sinergia che si apre tra commercianti e Amministrazione comunale che si sono impegnati ad incontrarsi periodicamente, in linea di massima una volta al mese, allo scopo di promuovere iniziative comuni per favorire l’afflusso di cittadini e turisti in centro. Un primo progetto che sarà attivato già da quest’anno è quello di promuovere iniziative e manifestazioni da localizzare in piazza San Graziano e piazza del Popolo, due luoghi caratteristici della città, definiti non per caso <i salotti di Arona>.

Leggi i commenti

<< < 1 2 3 4 5 6 7 8 > >>