Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog

video

IL DISASTRO DEGLI ZOO CINESI: ANCHE LEONI PRESI A PALLE DI NEVE (VIDEO) :*(((

Pubblicato su da Grunf

MA QUALCOSA SI MUOVE: GLI AMBIENTALISTI IN AUMENTO"

"Che diavolo sta succedendo negli zoo cinesi?". È la domanda che si pone l'Huffington Post. Nonostante le promesse nel 2010 da parte dei funzionari per reprimere gli abusi diffusi sugli animali negli zoo cinesi – si legge – storie orribili che vedono protagonisti i visitatori dello zoo continuano ad emergere.

Lo scorso 19 gennaio nello zoo di Shaoguan, stando a quanto si legge in un rapporto della struttura, un ragazzo di 27 anni è si è arrampicato nel recinto di uno struzzo, è entrato dentro e ha preso a morsi il volatile fino ad ucciderlo di fronte agli spettatori. L'uomo è stato arrestato e portato in ospedale, secondo The Nanfang.

Ma altri episodi inquietanti sono stati raccontati di recente. Ai primi di gennaio, alcni visitatori dello zoo di Hangzhou sono stati fotografati mentre colpivano i leoni a palle di neve (clicca qui per il video).

Alcuni giorni dopo, ancora, i lavoratori dello zoo Rural Grand View Garden, a Shenzen, hanno scoperto che la fossa del coccodrillo era stata riempita di pietre e rifiuti da parte di visitatori, che hanno tentato di obbligare le creature in letargo a muoversi. Non solo: gli spettatori avrebbero oltretutto lanciato proiettili contro i coccodrilli che stavano dormendo, racconta l'Evening News Shenzen. E The Nanfang scrive che la maggior parte dei coccodrilli nel recinto è morta poco dopo.

"Per ragioni culturali ed economiche, la consapevolezza dei diritti degli animali è uno di quei settori in cui la Cina è ancora in ritardo nel mondo sviluppato", ha spiegato Benjamin Carlson, corrispondente da Hong Kong per il GlobalPost.

Carlson è, tuttavia, ottimista: "Il tam tam che abbiamo visto sulla versione cinese di Twitter, Weibo, a proposito dei coccodrilli morti e dei turisti che lanciavano palle di neve leoni, dimostra che c'è un rapido cambiamento in corso. Gli ambientalisti stanno guadagnando forza nella società".

Leggi i commenti

Motore Hayabusa su un Trike Looks Like Serious Fun [Video]

Pubblicato su da Grunf

Leggi i commenti

Biplano impazzito, evita il quad all'ultimo secondo (Video)

Pubblicato su da Grunf

Una scena da film, quella caricata in queste ore su YouTube dall'utente Thepressfreeedom, e che probabilmente si è svolta negli Stati Uniti a giudicare dall'accento delle voci fuori campo. Una coppia sta facendo una passeggiata in quad, su quella che potrebbe essere una strada ma anche una pista di atterraggio. Il piccolo aereo arriva a tutta velocità come se volesse atterrare e il pilota, solo all'ultimo momento, riesce ad evitare di travolgere prima l'uomo e poi la donna con la videocamera, di cui si sentono le urla mentre il biplano riprende quota. Il video, che secondo alcuni potrebbe essere un fake, sta facendo il giro dei siti internazionali

Leggi i commenti

Provincia Violenta (Film Completo)

Pubblicato su da Grunf

Provincia Violenta - Italia, 1978 - Durata: 77 Min. - Regia: Robert Moore (Mario Bianchi) - Cast: Spartaco Battisti, Lino Caruana, Al Cliver, Antonella Dogan, Richard Harrison, Alicia Leoni, Simonetta Marini - Musiche: Stelvio Cipriani -

Leggi i commenti

CINA, POLLI VIVI UTILIZZATI COME BERSAGLIO PER IL TIRO CON L'ARCO (Video)

Pubblicato su da Grunf

"DIVERTIMENTO" PER I TURISTI A YANJI (VIDEO)

Polli vivi, utilizzati come bersaglio di arcieri improvvisati. E' il "divertimento" che gli organizzatori del "Festival del Ghiaccio" a Yanji, nella prefettura di Jilin, nord-est della Cina, hanno pensato di offire ai visitatori. Come mostra il video, i disgraziati uccelli, appesi a testa in giù davanti ad un muro ghiacciato, attendono la freccia mortale scoccata dai turisti. In alcuni casi, però, gli "arcieri" non riescono neppure ad ucciderli. Gli animali restano feriti e agonizzano per un bel po' prima del colpo di grazia.

Di tutto questo gli organizzatori non sembrano preoccupati, anzi: "Il gioco è stato un successone, alla gente è piaciuto molto". Così l'anno prossimo si potrebbe anche fare il bis: "I polli non sono certo andati sprecati – ha aggiunto un portavoce – sono stati mangiati dopo. Si trattava di animali da fattoria, destinati comunque alla morte

Lo ribadisco ancora una volta....I Cinesi sono un popolo di schifosi bastardi!!!!

Leggi i commenti

L'Aquila, Centofanti: Le finte lacrime del prefetto ci hanno sconvolti

Pubblicato su da Grunf

Antonietta Centofanti, portavoce del Comitato vittime della Casa dello Studente di L'Aquila, crollata durante il terremoto del 6 aprile 2009, esprime tutto lo sdegno per quanto rivelato dalle intercettazioni della Procura di Napoli nell'ambito dell'inchiesta sugli appalti per la sicurezza. Sulle finte lacrime dell'ex prefetto Giovanna Iurato, Antonietta Centofanti, che nel crollo ha perso il nipote Davide, dice: «I familiari delle vittime sono sconvolti. Da una donna ci si aspetterebbe un'atteggiamento diverso, non una sceneggiata».

Leggi i commenti

L'Aquila, Centofanti: Le finte lacrime del prefetto ci hanno sconvolti

Pubblicato su da Grunf

Antonietta Centofanti, portavoce del Comitato vittime della Casa dello Studente di L'Aquila, crollata durante il terremoto del 6 aprile 2009, esprime tutto lo sdegno per quanto rivelato dalle intercettazioni della Procura di Napoli nell'ambito dell'inchiesta sugli appalti per la sicurezza. Sulle finte lacrime dell'ex prefetto Giovanna Iurato, Antonietta Centofanti, che nel crollo ha perso il nipote Davide, dice: «I familiari delle vittime sono sconvolti. Da una donna ci si aspetterebbe un'atteggiamento diverso, non una sceneggiata».

Leggi i commenti

Si vestono da cavallo ed entrano nel supermercato Tesco (video)

Pubblicato su da Grunf

BIERSPOOL – Due ragazzi sono introdotti in un supermercato Tesco vestiti da cavallo. Perché? Per una ‘protesta simbolica’ – e goliardica – contro la catena di supermercati di Londra dove nei giorni scorsi erano stati trovati hamburger di manzo fatti però per il 29% da carne equina, di cavallo. Notizia che aveva fatto il giro del mondo.

Il cavallo-umano ha così iniziato a vagare per il supermercato urlando: “Mamma, papà, dove siete andati?” prima di venir fermati da una guardia della Tesco.

Leggi i commenti

UFO S.H.A.D.O - 18 - Troppo silenzio (Episodio Completo)

Pubblicato su da Grunf

Leggi i commenti

CONTRO LA CORRIDA: L'ON. BRAMBILLA SCRIVE AL GOVERNO SPAGNOLO (♫Video♫)

Pubblicato su da Grunf

SOSTEGNO A "BELADOR", IL SINGOLO DI M. IACCHETTI

Perché la corrida sia presto solo un ricordo, in Spagna e in tutti gli altri Paesi dove, sotto varie forme, è praticata: l'on. Michela Vittoria Brambilla, anche a nome della Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente, ringrazia il cantautore Martino Iacchetti, figlio di "Enzino", per l'impegno anti-corrida del suo singolo "Belador", in uscita venerdì prossimo, e annuncia che "la Federazione scriverà oggi stesso al governo di Madrid perché prenda atto delle istanze provenienti da tutto il mondo, del declino della corrida anche nel favore del pubblico spagnolo e vieti finalmente questo spettacolo sanguinario, anacronistico retaggio di un'epoca lontana".

Belador, straordinario combattente, fu l'unico toro "indultado" (graziato) nell'arena madrilena de "Las ventas", una sorta di ultimo girone dell'inferno, il 19 luglio 1982. Iacchetti, con una bellissima canzone sulla sua storia, ne ha fatto il simbolo di tutti gli altri tori, "bravos" o meno, da "indultare" subito, semplicemente perché la morte di un animale, torturato e dissanguato, non può e non deve servire per divertire l'uomo.

Le associazioni animaliste aderenti alla Federazione – tra cui Enpa, Lav, Leidaa, Lega del Cane e Oipa – sono da sempre impegnate contro la corrida e le altre specie di tauromachia praticate nel mondo. "Ora però il declino della corrida – insiste Michela Vittoria Brambilla – è nei fatti e nell'opinione degli stessi spagnoli. Rilanciamo perciò il nostro impegno rivolgendoci innanzitutto al governo spagnolo, principale erede di questa sanguinosa tradizione, ma anche all'Unione europea che continua a tollerare entro i propri confini arcaiche e crudeli forme di maltrattamento degli animali. Alle cinque della sera, con buona pace di Garcia Lorca, meglio prendere il tè".

Secondo stime della World Society for the Protection of animals (WSPA), in Europa e in America Latina circa 250 mila tori all'anno muoiono durante le corride o altre forme di tauromachia. Peraltro la corrida, vietata alle Canarie e in Catalogna, discussa nei Paesi Baschi, è sempre meno popolare anche in Spagna. Un sondaggio realizzato qualche anno fa, citato dal "Times" nel giugno scorso, rivelò che l'81 per cento dei minori di 24 anni mostrava disinteresse per lo spettacolo, identica la percentuale fra i trentenni. Ma il vero, inequivocabile segno di decadenza era l'indifferenza degli ultrasessantenni, dei quali solo il 41% si dichiarava interessato alle corride.

La lettera al presidente Rajoy: Presidente Rajoy.pdf

Leggi i commenti

<< < 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 20 > >>