Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Ti incrimino perché denunci uno stupro

Pubblicato su da Grunf

Il Guardian ci racconta la storia di una donna somala la quale ha accusato le forze governative di averla stuprata. Fin qui nulla di diverso rispetto a tante storie provenienti dal Corno d’Africa, ma qui parliamo di un qualcosa di diverso.

INSULTO ALLE ISTITUZIONI - La donna è stata infatti incriminata dallo stesso governo ed accusata di aver insultato le istituzioni dello stato. Con lei è stato denunciato anche il giornalista che l’ha intervistata. Il caso sta rappresentando un motivo d’imbarazzo per il fragile governo somalo per via sopratutto dell’indignazione internazionale. Sul banco degli imputati anche il presidente Hassan Sheikh Mohamud, la cui elezione lo scorso mese venne vista come l’inizio di una nuova era per la Somalia dopo decenni di conflitti.

PROCESSO POLITICO - Il processo è partito in occasione di un tour del presidente in Europa per ottenere fiducia e finanziamenti al fine di ricostruire la Somalia. Ieri era in Regno Unito, dove ha incontrato il segretario di stato Justine Greening. Le organizzazioni per i diritti umani hanno definito il processo politicamente deviato mentre per gli Usa si tratta di una pagina nera per la nuova democrazia. Accusato anche il giornalista Abdiaziz Abdinur con l’aggiunta di aver provveduto ad inquinare “alcune prove”oltre al marito e altre due persone.

L’ARRESTO - La donna è stata arrestata lo scorso 10 gennaio, ovvero due giorni dopo l’intervista nella quale parlava degli stupri compiuti dai governativi. E’ stata interrogata per due giorni senza avvocati e rilasciata dopo che la polizia ha confermato che aveva ritrattato. Il marito è stato arrestato il 12 gennaio e da allora è sotto custodia, così come il giornalista. La polizia locale ha aggiunto come il ragazzo fosse al seguito di una troupe di Al-Jazeera impegnata nel denunciare lo stupro nei campi profughi fuori dalla capitale. Questa storia stride con l’intenzione del governo di combattere lo stupro proteggendo le vittime. Ma con queste premesse quale credibilità hanno tali parole?

Commenta il post