Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Varallo P.: ecco l'ordinanza 'anti piccione :(

Pubblicato su da Grunf

Arriva l’ordinanza “anti piccione” a Varallo Pombia. L’Amministrazione Comunale, guidata dal primo cittadino Alberto Pilone, ha infatti emesso un apposito documento per il contenimento della proliferazione della popolazione di colombi in ambito urbano. <<Purtroppo le strade e gli edifici del paese da questo punto di vista versano in una situazione alquanto preoccupante – ha sottolineato il sindaco – e quindi chiediamo ai cittadini, oggi più che mai, di essere maggiormente responsabili. Abbiamo infatti rilevato che il numero dei piccioni sul territorio negli ultimi anni è aumentato davvero in modo esponenziale. Dunque bisognerà adottare tutti quei sistemi necessari per evitare la nidificazione di questi volatili, che oltretutto come ben sappiamo sono anche portatori di malattie come per esempio la salmonellosi. Il provvedimento riguarderà tutti gli edifici del centro di Varallo Pombia, ma anche nella frazione di Cascinetta>>. Gli interventi saranno a carico dei proprietari degli stabili interessati, i quali dovranno adottare, a scopo preventivo, nel più breve tempo possibile e comunque entro sessanta giorni da una eventuale segnalazione scritta, specifici accorgimenti tecnici, come ad esempio l’innesto di griglie e reti su tutte le aperture dei sottotetti, porticati o ruderi, reti medesime a maglia fitta nei solai che ne possano garantire la corretta funzionalità nel tempo, oppure ancora chiudere i fori (che favorirebbero la nidificazione dei piccioni) degli edifici, innestando gli appositi dissuasori nei vari sottotetti. Sarà inoltre vietato dare cibo ai colombi presenti nei parchi cittadini. Sono previste multe che partiranno da un minimo di 25 euro ad un massimo di 500

Mi devo procurare molti sacchi di pane secco da portare e spargere nei parchi e nelle vie di Varallo!!!
Perché non fare un ordinanza anti sindaco ? personaggio alquanto dannoso per il paese...






Grunf

Commenta il post